DESCRIZIONE

E' ancora possibile oggi, concepire uno scatto fotografico con un approccio analogico? Cosa significa "fotografare in analogico nell'era digitale" e come si può fare? Così come il mondo della musica sta conoscendo una nuova "primavera" del vinile, il mondo della fotografia sta rivalutando la pellicola fotografica, ma non è soltanto una questione di supporto fisico. Si tratta di recuperare il valore dell'essenziale o meglio di una sorta di "essenzialismo fotografico" che non limita l'atto creativo, bensì permette di dare spazio alla creatività e alle emozioni.

OBIETTIVI E FINALITA' DEL CORSO

Imparare a fotografare eliminando il superfluo, mantenendo solo l’essenziale e abituarsi a tirare fuori l’aspetto creativo che sta dietro la tecnica. La fotografia deve diventare “pulita” e capace di raccontare (non solo una storia), il punto chiave è recuperare quell’approccio analogico che non limita il nostro atto creativo bensì lo alimenta. Le persone verranno coinvolte attivamente nella costruzione di un racconto, che sia la loro storia o un qualunque altro aspetto che loro vorranno raccontare. Verrà effettuata l'analisi critica di gruppo della selezione di foto scattate.

A QUALI DOMANDE DAREMO RISPOSTA

    ✅ Cosa ci attrae nell’atto fotografico, prima dello scatto e che ci porta ad esso?

    ✅ A cosa pensiamo quando scattiamo una fotografia?

    ✅ Quali emozioni proviamo?

    ✅ Cosa guardiamo?

    ✅ Cosa riconosciamo di noi stessi in quello che stiamo guardando?

    ✅ Siamo sicuri di guardare fuori?

MODULO MASSIMO LICO

    ✅ Cosa sono e come si costruiscono le immagini narrative

    ✅ Tecniche di costruzione del racconto visivo

    ✅ La luce che crea emozioni

    ✅ Il ruolo del tempo nel racconto per immagini

    ✅ Analisi e studio di fotografie di grandi fotografi ed il progetto “Roma Noir”

MODULO MARCO TUTONE

    ✅ Imparare a guardare fotograficamente

    ✅ Il ruolo della luce in uno scatto (E’ lei che ce lo suggerisce)

    ✅ Usare la tecnica in chiave creativa

    ✅ Composizione fotografica, usarla o no

I DOCENTI

Massimo Lico

Titolare della ML | Visual Storytelling Agency - specializzata in consulenza e progettazione di strategie di Comunicazione & Marketing narrativo. Si occupa di formazione da oltre 10 anni ed è fondatore e direttore didattico della Visual Storytelling Academy Italia. Ha collaborato con diversi enti di formazione, tra i quali l'Ordine dei giornalisti del Veneto (Treviso), Formimpresa (Cagliari) e Performare (Roma). E' stato docente in master organizzati da: Università Cattolica di Milano, Business School Il Sole 24 Ore, Centro Studi Giornalismo e Comunicazione. E' autore del progetto fotografico "Roma Noir" con il quale ha vinto il premio "Sinergie d'Arte 2013". Principali interessi di ricerca: semiotica visiva, filosofia platonica nella teoria e costruzione delle immagini, psicologia della percezione e Gestalt, neuromarketing.

Marco Tutone

Mi chiamo Marco e sono un Architetto. Dal 2009 mi sono letteralmente ‘fiondato’ nella fotografia in digitale. Ho investito molto tempo nella formazione, corsi, workshop e seminari. Ho sperimentato e studiato soprattutto per capire la fotografia, cosa c’è dietro e cosa mi spinge a farlo. ‘Quando guardo qualcosa, prima ancora di pensare di fotografarla, ne vengo attratto, perchè ci ritrovo un pezzo di me. Parte del mio passato, della mia famiglia, di chi sono. E' uno scambio che vale una fotografia.’ Ho affrontato diversi generi fotografici, più o meno tutti. Quello in cui mi trovo a mio agio è il racconto.